Cosa Cucino Ricette di cucina per pranzi e cene di pasta, carne, pesce ma anche dolci, torte, dessert, antipasti e tanto altro!

Blog

Cappuccino fra tradizione e futuro

12-07-2014

Il Cappuccino è una delle bevande italiane più amate e copiate al mondo. Ma come si fa a riconoscere il cappuccino perfetto, il vero Cappuccino italiano di qualità fatto secondo le regole della tradizione? Quali sono gli ingredienti di qualità? Qual è la ricetta migliore? Quale tazza bisogna usare? A rispondere a tutte queste domande ci ha pensato l’Istituto Nazionale Espresso Italiano che, dopo aver gustato e sperimentato migliaia di cappuccini ha definito le regole e la ricetta del Cappuccino italiano Certificato.

Gli ingredienti
L’ingrediente principale del Cappuccino Certificato è naturalmente l’Espresso Italiano Certificato, cioè l’espresso perfetto approvato dall’Istituto Nazionale Espresso Italiano e dai migliori assaggiatori di Caffè. Poi c’è il latte: secondo gli esperti del gusto deve essere rigorosamente latte di mucca fresco con un contenuto minimo di proteine del 3,2% e almeno il 3,5% di grassi per ottenere il massimo risultato sensoriale.

Come si prepara il Cappuccino
Il cappuccino perfetto contiene 100 ml. di latte montati a vapore fino ad ottenere una schiuma del volume di 125 ml e una temperatura di 55 gradi. Questa superschiuma va versata su 25 millilitri di Espresso Italiano Certificato. Ma non è finita qui, anche la tazza deve essere perfetta.

La tazza ideale per bere il Cappuccino è di porcellana bianca e può contenere 150-160 ml, deve avere il fondo ellittico, il bordo fine e la bocca larga per permettere alla schiuma di latte in caduta di formare un anello mescolandosi con il caffè. Una specie di magia di latte art.

Degustare il Cappuccino
Per testare la vera qualità del Cappuccino, come del caffè, il modo migliore è degustarlo. Gli esperti dell’Istituto Nazionale Assaggiatori di Caffè descrive così il Cappuccino Italiano Certificato:
di colore bianco, ornato da bordo marrone più o meno spesso nel cappuccino classico, con disegni che vanno dal marrone al nocciola nel cappuccino decorato. La crema ha maglie strette con occhiatura molto fine o assente. Il Cappuccino Italiano Certificato ha un aroma intenso in cui ai soffusi sentori di fiori e di frutta si aggiungono quelli più prestanti di latte, di tostato (cereali, caramello), cioccolato (cacao, vaniglia), e frutta secca. Sono assenti odori empireumatici e biochimici negativi. Il corpo è importante e si esprime con una sensazione suadente, di panna e di elevata percezione sferica, supportato da un sapore amaro tenue e da una bilanciata acidità, quasi impercettibile. L’astringenza è praticamente assente.

Di base deve esserci un caffè espresso di qualità e macinato da poco. Bisogna, inoltre, utilizzare del latte intero, soprattutto fresco e non a lunga conservazione. Questi deve quindi essere montato in modo tale che assuma la consistenza di una crema priva di microbolle. La temperatura in tazza dovrebbe poi risultare intorno ai 50 gradi. Ognuno ha però le proprie preferenze e il barista deve essere sempre in grado di montare il latte a seconda delle esigenze del cliente. La capacità della tazza da cappuccino, infine, dovrebbe essere di circa 18 centilitri.

 

Cerca Ricetta

Cerca ricetta per:
Ingredienti    Titolo Ricetta    Descrizione Ricetta
Unisciti a noi su Facebook
Seguici su Twitter
Iscriviti alla newsletter