Cosa Cucino Ricette di cucina per pranzi e cene di pasta, carne, pesce ma anche dolci, torte, dessert, antipasti e tanto altro!

Come fare a...



Come fare il Nesquik in casa in 5 minuti

- 120 g di cioccolato fondente (anche al latte se lo preferite) - 200 g di zucchero semolato se si utilizza il Bimby; zucchero a velo se si utilizzza il frullatore. - 4 cucchiai colmi di cacao amaro Con un coltello pesante riducete a pezzettini molto piccoli il cioccolato fondente e versatelo aiutandovi con una spatola di silicone nel boccale. Iniziate a frullare partendo da una bassa valocità fino ad arrivare alla 10, ad intermittenza spatolando e ogni tanto azzerate e ripartite, questo trucco serve a non scaldare eccessivamente le lame. Quando il cioccolato sarà polverizzato trasferitelo in una ciotola. Senza lavare il boccale versate lo zucchero e frullatelo a velo per 10 sec a velocità massima. Aprite il coperchio e aggiungete sia il cioccolato polverizzato sia il cacao amaro e mescolate frullando 30 sec veloc. 8. Il Nesquik è pronto da trasferire in un barattolo di vetro con il coperchio ermetico, pronto all’uso.

Come pulire gli asparagi

Gli asparagi delle quattro principali tipologie seguono lo stesso procedimento di pulitura. Liberate gli asparagi dagli elastici e eliminate eventuali fusti marci o asparagi con punte rovinate. niziate quindi lavando accuratamente gli asparagi sotto l'acqua corrente. Adagiateli su un panno e asciugateli bene con carta da cucina. Eliminate la parte finale bianca più dura, pareggiandoli in modo da favorire poi una cottura omogenea. Iniziate a pelarli con un pelapatate o delicatamente con un coltellino procedendo verticalmente dall'alto verso il basso, finché lo stelo non risulterà bianco eliminando la parte verde filamentosa. Se volete utilizzare gli asparagi per paste o risotti potete procedere a tagliarli crudi per poi impiegarli nelle diverse preparazioni. Tagliate quindi le punte, potete lasciarle intere o dividerle a metà, iducete poi il gambo a rondelline , avrete così pronti i vostri asparagi per insaporire tante ricette. Se preferite cuocerli per altre preparazioni o per usarli interi come contorno, procedete a lessarli: iniziate legando gli asparagi in un mazzetto con uno spago da cucina in modo che non sfuggano e si mantengano in verticale, metteteli nel cestello di un’asparagera che avrete riempito per i 2/3 di acqua e portata a ebollizione. potete salare l'acqua a vostro gusto. Le punte degli asparagi, la parte più delicata, dovranno rimanere fuori dall’acqua perché sarà lo stesso vapore a cuocerle, potete scegliere di chiudere l'asparagera con un coperchio. Per la cottura, potete regolarvi a seconda del diametro del fusto: per asparagi di media grandezza basteranno 8-10 minuti, in ogni caso prima di scolarli provate a infilzare con i rebbi di una forchetta le punte: saranno pronti quando risulteranno teneri ma ancora compatti.

Friggere senza olio, come fare

Friggere senza olio, come fare è davvero semplice! Vi proponiamo alcune linee guida utili e facili da seguire per sostituire l’olio durante il processo di frittura. I suggerimenti che vi proponiamo sono adatti a tutti coloro che vogliono prestare attenzione alla linea o semplicemente evitare i grassi dei cibi fritti, difficilmente digeribili dall’organismo. Scienze e tecnologia sono la risposta più adatta per sostituire l’olio e ottenere fritture perfette…vediamo insieme come procedere! Il glucosio in polvere è l’ingrediente fondamentale che vi permetterà di friggere senza olio; questo zucchero naturale è comunemente estratto dall’uva ed è acquistabile nei supermercati, nei negozi specializzati in prodotti di pasticceria e in farmacia. Grazie alle sue caratteristiche, che gli permettono di fondere a circa 150° e di non caramellare prima dei 190°, il glucosio è perfetto per la frittura dei cibi. Per friggere senza olio scaldate il glucosio all’interno di una padella antiaderente mantenendo il fuoco basso fino a quando non si scioglierà completamente, è necessario che diventi un liquido trasparente. Non appena appariranno le prime bollicine, versate gli alimenti da friggere all’interno del glucosio liquido. Estraete i cibi dalla padella solo quando saranno dorati e, come in un normale procedimento di frittura, eliminate l’eccesso di glucosio lasciando i cibi per qualche minuto su della carta assorbente. Utilizzando questo procedimento gli alimenti avranno un sapore diverso, più dolce, che rende adatto l’utilizzo del glucosio soprattutto per i dolci. Se dovete friggere verdure, pesce o carne è consigliabile proteggere l’alimento con un po’ di lattuga, di insalata o con un alto vegetale. Un altro metodo per sostituire l’olio ed ottenere una frittura golosa e croccante è quello di utilizzare una friggitrice di ultima generazione, in grado di garantire un risultato che conta una percentuale di grassi inferiore di circa l’80%, rispetto alla media.

Come fare il Caramello

Il caramello è un elemento importante per la preparazione e la decorazione di molti dolci: vi mostriamo come fare il caramello e la salsa al caramello. Gli utensili che vi serviranno sono: un pentolino d'acciaio dal fondo doppio, un cucchiaio o una frusta d'acciaio e un termometro per misurare la temperatura del caramello e utilizzarlo per diverse preparazioni (vedi sotto la tabella temperature). Per preparare il caramello potrete scegliere due modalità: a secco, ovvero solo zucchero sciolto nel pentolino, e all’acqua, zucchero sciolto in acqua che in cottura evapora. Il caramello una volta freddo si solidifica perciò dovrete lavorarlo quando è ancora molto caldo, facendo attenzione, per creare delle forme o dei fili che una volta freddi serviranno come decorazione per torte, dolci al cucchiaio o gelati. La salsa al caramello invece resta liquida: per preparala basterà aggiungere dell’acqua calda al caramello e aspettare che la schiuma si diradi. Con la salsa al caramello potrete preparare il cremecaramel, foderare gli stampi per la pannacotta oppure arricchire un gelato o una fetta di torta.

  • 1

  • Torna Sù

Cerca Ricetta

Cerca ricetta per:
Ingredienti    Titolo Ricetta    Descrizione Ricetta
Unisciti a noi su Facebook
Seguici su Twitter
Iscriviti alla newsletter